L'ambra di Talamello


Viene così chiamato dal poeta e sceneggiatore Tonino Guerra, che lo nomina in una sua celebre frase paragonandolo alla pietra preziosa.

Nella nostra locanda potrete osservare le fosse di conservazione del formaggio. originari dell’anno 1000 d.c.
Ogni estate vengono ripulite e sterilizzate a fuoco, dopo aver creato un pavimento rialzato con delle tavole in legno per la colatura dei grassi , le pareti della fossa vengono ricoperte con un telaio in canne e paglia.
In agosto, il formaggio fresco (pecorino), già precedentemente stagionato per 3 mesi in sale con temperatura controllata viene inserito in sacchi di tela bianchi e calato nelle fosse che una volta piene vengono chiuse ermeticamente con tavole di legno e gesso: verranno aperte a novembre, mese anche della sagra che si tiene nel comune di Talamello, quando il formaggio avrà già acquistato tutta la sua particolarità di sapori e profumo.

Ogni anno durante la sagra il formaggio viene affiancato da un prodotto tipico italiano creando così nuovi gemellaggi da cui nasceranno nuove prelibatezze.

Potete trovare tutte le informazioni sul prodotto IGP nel sito ufficiale deComune di Talamello.



Scarica l'allegato